Uno screenshot vale più di mille parole. Questi sono i risultati dopo i primi 7 giorni dalla pubblicazione del video. Sottolineando che NON È STATO SPESO UN EURO SULLA PAGINA DI SPONSORIZZAZIONE.

Abbiamo avuto l’onore di conoscere Antonio e Anastasia, i proprietari di “Officina del Gusto”, un ristorante fantastico a Nola dove si mangia la migliore pasta e patate del circondario, anche se Antonio dirà sempre di essere il “maestro dei taglieri” (che anche vi raccomandiamo caldamente!).

Ci siamo trovati subito d’accordo sulla strategia da elaborare: l’idea era quella di realizzare un video virale dal contenuto semplice ed emozionale, seguendo il carattere e l’animo dei ragazzi. Abbiamo deciso di non usare voci fuori campo o attori proprio per raccontare la storia nel modo più genuino possibile. Antonio ha rifiutato il pagamento del pizzo subendo conseguenze gravissime. Ma non si è arreso. E non si è nemmeno fermato con il COVID.

La sua storia è meravigliosa. E va raccontata.

Il locale, da una settimana, è letteralmente SOLD OUT ogni giorno. Il video ha raggiunto 1.500.000 persone sui nostri canali, con 85.000 reactions e 5.000 condivisioni. E la strategia social continuerà con la diffusione del video su testate online, oltre alla scrittura di un comunicato stampa.

Assieme al video principale è stato prodotto un secondo minispot, di 30 secondi, per annunciare la riapertura del locale dopo la fine del lockdown. Anche quest’ultimo ha avuto un buon riscontro: 10.000 visualizzazioni sulla sola pagina Facebook di Officina del Gusto.

A partire da adesso, i ragazzi di Officina del Gusto hanno finalmente ripreso a correre: l’emergenza coronavirus è alle spalle. E davanti a noi ci sono un sacco di cose succulente da mangiare!

 

Vogliamo raccontare anche la tua storia: contattaci per una consulenza gratuita!